Terza tappa-Blogtour "Il Creasogni"-Simone Toscano


Buongiorno lettori,
Il BlogTour oggi approda su Libropatia, siamo alla terza tappa e so che ci seguirete fino in fondo sperando di aggiudicarvi una delle sei copie in palio!



Ci siamo lasciati dietro i primi due appuntamenti, una bella intervista all'autore, Simone Toscano, (1°Tappa) e la presentazione della Cover, (2°Tappa) , ma per voi è ancora possibile partecipare, basta commentare e lasciare la propria mail ai rispettivi blog e commentare il post di oggi! Intanto mi fa piacere lasciarvi il calendario dei prossimi appuntamenti...



Regolamento BlogTour:

1. Commentare tutte le tappe del BlogTour lasciando la vostra mail;
2. Mettere "Mi Piace" alla pagina Facebook del libro "Il Creasogni";
3. Unirsi ai lettori fissi di tutti i blog aderenti l'iniziativa;
4. Condividere tutte le tappe sui vostri social;
5. Chi avrà seguito il regolamento fino alla fine e avrà sognato con noi potrà vincere una delle sei copie del libro in palio;

I vincitori dei due giveaway verranno estratti tramite random ( saranno pubblicati i video nella tappa del 3 Agosto)

3°Tappa-La Trama

Il Signor Ettore è un uomo schivo, di poche parole, con un velo di tristezza negli occhi. Nulla si conosce di lui, se non che possiede un dono speciale: sa di quale materia sono fatti i sogni. Ne conosce l'essenza lieve, che ha imparato a modellare, nella forma e nei colori, nelle sfumature e nei dettagli, riuscendo a creare visioni bellissime e avvolgenti. Nella piccola comunità di Mangiatrecase spetta a lui il compito di esaudire le richieste di chi, pur tra mille difficoltà, non vuole rinunciare a inseguire un sogno. Per tutti costruisce illusioni su misura, tranne che per sé e per la sua particolare "famiglia": una cagnetta che lo segue come un'ombra, e un bambino, spuntato anche lui dal nulla. Dietro questa apparente serenità ribolle però un mondo di speranze infrante, di assenze e rimpianti, di amori perduti. Sarà un evento drammatico come l'improvvisa scomparsa del bambino a risvegliare i cuori dei protagonisti che troveranno la forza di superare le difficoltà della vita e di sognare ancora, con coraggio. Un romanzo lieve e delicato come un sogno, ingenuo e difficile come l'amore, vero come la vita stessa.

Credo che la sinossi di un romanzo sia molto importante, è la sua presentazione, il suo primo impatto con la storia, equivale, nel mio modo di vedere, alle prime parole che si scambiano due persone appena conosciute, che si piacciono, quando si ha voglia di dirsi tutto, ma ci si trattiene sperando di incuriosire colui/lei  che ci sta difronte e avere un secondo appuntamento. Un corteggiamento sottile fra il libro e il lettore!


Adesso vorrei giocare con voi, se vi va, come pensate che possa evolvere la storia?



La prossima tappa sarà ospitata da Annalisa e dal suo blog L'amore per i libri, vi aspettiamo!








Commenti

  1. Forse Ettore cerca di ritrovare il bambino che c'è in lui e ricomincia finalmente a fare pace con il suo passato creando illusioni e nuove visioni anche per se stesso ricominciando a credere e sperare nel futuro ;) a.kati@virgilio.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una bella interpretazione Katia....grazie, alla prossima tappa!

      Elimina
  2. Trama interessante che infonde curiosità al lettore...Forse il protagonista cambierà interiormente in seguito alla scomparsa del bambino... alessandra.passarello@virgilio.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra, grazie per aver partecipato....non so come fare a trattenermi per non svelare il racconto!

      Elimina
  3. Ti piacciono i giochi difficili, libropatica mia!
    Per me è impossibile immaginare una trama perché quella che in realtà esiste è di certo, l'abito più naturale che il romanzo possa indossare. Però mi piace giocare e quindi ci provo (Katia bellissimo il tuo tentativo, pascoliano e profondo). E se la città, con tutta la sua collettività che fino a quel momento ha goduto delle capacità di Ettore, fosse ora l'unica in grado di aiutare Ettore a sognare? e se il bimbo non fosse mai esistito? Anzi e se alla fine scoprissimo che quel bimbo è il vero demiurgo dei nostri sogni?
    michela_belli@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IHihihi, un pò di mordente ci vuole! Bellissima evoluzione della storia, hai toccato tanti punti importanti, ma non posso rispondere più di questo, altrimenti rischio di svelare più di quanto vorrei!

      Elimina
  4. Io non faccio previsioni di alcun genere,perchè non sò proprio cosa aspettarmi.E' una trama originale e purtroppo se ne trovano davvero poche,belli o brutti ,alla fine, molti libri raccontano le stesse storie ma in modo diverso,ma va bene comunque,l'importante è che siano belle storie.Tornando al libro,mi piacciono le teorie di Katia e Michela,quest'ultima di più,sono propenso anche io a credere che il bambino sia frutto della sua immaginazione, che in qualche modo lo aiuterà,magari è una sorta di guida spirituale che svanisce quando ormai ha adempiuto al suo compito,ecco....ho fatto previsioni .Comunque il corteggiamento ,per quanto mi riguarda,è riuscito,ha destato il mio interesse.Lo voglio nella mia libreria (ne dovrò comprare una nuova perchè quella che ho è piccola e stanno tutti stretti come sardine,i libri)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapevo che non mi avresti deluso, bella anche la tua teoria, staremo a vedere!

      Elimina
  5. Ciao Nunzia, bel gioco..... immaginarsi come si evolve la storia del libri che leggiamo è un pò una quotidianità perchè mentre si legge un libro non si fa altro che pensare a come va avanti a cosa possa accadere ai protagonisti.
    Per quanto riguarda il Creasogni mi sa che la penso un pò come Michela perchè proprio stamattina prima di approdare nel tuo bog ho letto uno stralcio contenuto sulla pagina Fb del libro e in questo stralcio si parla proprio di Cerino e di Catello e la prima cosa che ho pensato è stata e se il bambino sia solo un'immaginazione di Ettore?Vedremo.....

    email: miry_81@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete un pò tutti sulla stessa lunghezza d'onda....Non dico altro!

      Elimina
  6. Gioco anche io...Ettore parte alla ricerca del bambino perduto...un viaggio che lo porterà a scoprire la sua vera natura, le sue origini...e in quelle scopre il mistero, l'origine del suo potere di creare sogni...un'anima bambina che crede profondamente nella vita, e questa fiducia è la chiave di tutto. chiarettapellle@virgilio.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella idea, di sicuro sarà un viaggio che lo cambierà!

      Elimina
  7. Ma che curiosità di scoprire come andrà a finire,siccome tutti si aspettano da Ettore qualcosa di speciale li sorprenderá,il come é tutto da scoprire,chissà... dgraziano07@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non resta che seguire le altre tappe per scoprirlo!

      Elimina
  8. Concordo pienamente.. Sembra essere una storia sfumata e sfuggente, eterea e inafferrabile, eppure reale e indimenticabile come un raggio di luce all'alba.. Secondo me nella ricerca del bambino Ettore scoprirà se stesso e, chissà, forse schiuderà il suo cuore all'amore <3 Complimenti per questo angolo accogliente, odoroso di fiori freschi e libri, accarezzato da una brezza leggera che solletica i capelli *-* ti abbraccio :* ti lascio la mia mail: silvia.mangiardi@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, ti abbraccio anche io forte! grazie, mi emozioni sempre!

      Elimina
  9. "Un corteggiamento sottile fra il libro e il lettore". Splendido! E anche la trama è davvero interessante, più di quanto mi aspettassi in un primo momento. Ogni tappa di questo BlogTour è più coinvolgente della precedente! Complimenti!
    (sil219pub@libero.it)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sono felice di aver reso l'idea! Andando avanti scopriremo altre caratteristiche e sono sicura che sapranno incuriosire il lettore...

      Elimina
  10. Ettore va alla ricerca del bambino, insieme alla cagnetta ovviamente, e lo trova, perché il lieto fine adesso serve ( sì, serve anche e soprattutto a me ) durante il viaggio non mancano colpi di scena e sorprese varie, ivi compreso l'incontro con una "lei " che crea sogni per lui.
    Lo so, sono la.classica romanticona ... ma non posso cambiarmi proprio ora, che ho deciso di credere nei miei sogni !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva il romanticismo e chi crede nei sogni e nell'amore!
      Laura, hai dimenticato di mettere la mail....

      Elimina
    2. laurabertolani2013@gmail.com
      sorry ...

      Elimina
  11. Trama interessante... Giurò che sono curiosissimo... E siamo solo alla terza tappa... Eheheh...
    Secondo me Ettore partirà per cercare il bambino... Insieme alla cagnetta sicuramente... Nel viaggio ritroverà se stesso e la voglia di sognare... Perché i sogni, alla fine, sono la cosa più importante che esista...
    E forse troverà anche l'amore... Mah... :)
    natascia.miloscevic@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Naty, allora continua a seguire le tappe...ti aspettiamo domani!

      Elimina
  12. E siamo alla terza tappa..... BELLO QUESTO VIAGGIO!!!!!
    kortina@libero.it

    RispondiElimina
  13. Questa terza tappa non ha fatto altro che aumentare la mia curiosità su questo delicato libricino. Spero che il signor Ettore riesca a realizzare anche i suoi di sogni per poter ritrovare la felicità che merita.
    La mia mail è: serena_2002@hotmail.com

    Ps: anch'io vorrei avere un Creasogni a portata di mano! :D

    RispondiElimina
  14. Oh Nunzia, tutte le idee dei commenti precedenti mi sembrano bellissime, sicuramente Ettore non si arrenderà e cercherà il bambino scomparso, ma non è detto che sarà lui la cosa più importante che ritroverà.....
    Serendipità = La capacità o fortuna di fare per caso inattese e felici scoperte, mentre si sta cercando altro.

    alenixedda84@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alenixedda, siete tutti curiosi...alle prossime tappe!

      Elimina
  15. Tutti abbiamo un piccolo Ettore dentro di noi, sarà quel che l'autore avrebbe fatto al suo posto.
    Ne sono certo!
    alessio0996@gmail.com

    RispondiElimina
  16. Con le mie fiabe mi sento un po' Ettore: piccoli sogni, piccoli attimi della mia infanzia li trasormo in fiabe e cerco di regalare a tutti sempre un lieto fine.
    lauraporro78@gmail.com

    RispondiElimina
  17. Difficile immaginarsi come proseguirà la storia ma credo proprio che continuerà la sua ricerca del bambino
    dilorenzomarianna07@gmail.com

    RispondiElimina
  18. Dovrà per forza andare alla ricerca del bambino e finalmente troverà la forza di sperare di nuovo in qualcosa!
    valentina.panzetta@gmail.com

    RispondiElimina
  19. Ciao!
    Uffa, una domanda più difficile no, eh? :')
    Beh, secondo me il bambino giocherà un ruolo fondamentale in questo libro (e non mi riferisco soltanto al fatto che scompare), perchè porterà il nostro caro Ettore in un lungo viaggio in cui la tristezza verrà sostituita con la forza di amare, sognare e sperare di nuovo e ci farà capire cosa gli è successo per arrivare al punto di chiudersi in se stesso.
    Forse è un poco scontato detto così, ma naturalmente non posso sapere cosa succederà e mi sembra giusto così, perchè non c'è libro che non abbia almeno un pizzico di mistero!
    La mia mail è miriam.grillo@hotmail.it

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari