Incipit - La Luce che resta - Evita Greco


Buongiorno lettori!
Avevamo già detto che settembre sarebbe stato un mese ricco di nuove uscite (qui i due link: I Parte - II Parte ), fra queste, ricorderete sicuramente il nuovo libro di Evita Greco, che esce oggi. 
Io, grazie alla gentilezza della casa editrice Garzanti, ho avuto la possibilità di averlo qualche giorno prima, devo ancora finirlo, ma avevo voglia di farvi leggere l'incipit:

C'è un punto in cui il treno regionale 12047 si inclina. Alcuni passeggeri si spaventano. Altri, senza darlo a vedere, si chiedono per quanto possa viaggiare a quel modo, storto e lento come un giocattolo sul punto di rompersi. poi il 12047 torna a viaggiare come dovrebbe. Da una parte il mare, sempre, e prima del mare la spiaggia, sulla quale veder passare le stagioni. Dall'altra parte le colline, uguali e sempre distanti, con i paesi sopra e, sotto, i paesi, i capannoni.
"La vede la strada laggiù?" chiede Filomena alla coppia che ha difronte. "E' quella la prima strada che ho percorso con mio marito." Indossa un tailleur rosa appena troppo stretto, ha la pelle bianchissima, capelli scuri, quasi neri, raccolti. Carlo ascolta la donna raccontare quella storia. da dove è seduta lei non può vederlo. Alcune volte lei sa che lui c'è, altre no. A Carlo non è mai sembrato che questo facesse la differenza. Lui conosce il punto esatto in cui il treno si inclinerà, ma non smette di trattenere il fiato, un attimo prima che i vagoni inizino ad abbassarsi da un lato, quello verso il mare. Aspetta di vedere i passeggeri restare in silenzio, spaventati da quell'inatteso cambiamento. Gli piace provare a capire la reazione della gente di fronte alla crepa delle cose. E' il suo posto, la crepa delle cose. Un piede sul fronte di una crepa e uno sull'altro.
Cara si tiene al corrimano appena oltre la porta di uno dei vagoni del 12047. Potrebbe smettere di correre, ora che è riuscita a prendere il treno, ma una parte di lei non smette mai di correre. Si sono svegliate tardi, lei e la sua bambina.

Vi siete fatti un'idea ? 
Ha stuzzicato la vostra curiosità?


Commenti

  1. Ah, spero mi arrivi presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora nulla Michele, uffa, praticamente dovrebbero spedirtelo oggi!

      Elimina
  2. Ciao Nunzia, grazie per la segnalazione di questo libro, l'incipit mi ha incuriosita parecchio 😊 e complimenti davvero per il tuo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea di pubblicare l'incipit nasce proprio dalla voglia di far conoscere qualcosa in più del libro, magari farsi anche un'idea del modo di scrivere dell'autore. Grazie mille a te!

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari