martedì 12 luglio 2016

Recensione: Ciò che resta del silenzio- Alessio Fabbri



Buon pomeriggio lettori,
siete in vacanza? Io sto iniziando a districarmi fra le innumerevoli cose da fare per sistemare casa, senza mai abbandonare la lettura nei momenti di pausa. Oggi vi parlo di un racconto breve che mi è stato gentilmente omaggiato dall'autore... Buona lettura!










Titolo: Ciò che resta del silenzio
Autore: Alessio Fabbri
Editore: Youcanprint
Pagine: 40
Genere: Narrativa contemporanea
Prezzo: € 8.00
Ebook: € 1.59
Acquistabile su Ibs- BookRepublic


Quante volte ci sono stati raccontati gli anni delle Grandi Guerre, il loro racconto è meglio di quelle pagine di storia che abbiamo tutti studiato controvoglia, nei libri le vicende di tutti i giorni non si menzionavano, forse erano i dettagli più importanti ad essere omessi. I miei nonni e alcune volte anche le mie zie anziane raccontavano aneddoti, alcuni di loro le guerre le avevano vissute entrambe. Ricordo in particolare le storie sul secondo conflitto, quello che ricordavano meglio anche loro, nonno diceva sempre che si, c'era pochissimo da mangiare ma che le scarpe gli venivano regalate da Mussolini, loro erano i piccoli Balilla. 
Allora torniamo indietro fino al 1944, l'anno in cui questo romanzo breve è ambientato e perdiamoci nei ricordi di Mengone, l'anziano signore che vive con la figlia Maria, tranquillizzandola sugli imminenti bombardamenti che da li a poco distruggeranno Marradi, il paesino toscano in cui abitano. E' una storia familiare, sono i rimorsi di un uomo emigrato in Svizzera, che non è rimasto accanto alla moglie in punto di morte, povera donna, era stata già seppellita quando a lui giunse la notizia. I suoi figli vennero divisi, la sua primogenita morì, Lino crebbe lontano dal padre.
Poche pagine che si leggono facilmente grazie anche alle descrizioni dei luoghi e dei personaggi realmente esistiti. Alessio Fabbri attraverso le testimonianze di chi quelle esperienze le ha vissute, ci apre le porte della sua famiglia, ci regala qualche aneddoto in più che su quei famosi libri di storia non abbiamo trovato.

Se la curiosità ha preso il sopravvento vi consiglio di dare uno sguardo al sito dell'autore in cui troverete un mini documentario che attraverso le foto e le voci narranti vi anticiperanno un racconto tenero e nostalgico.
Alessio Fabbri Autore


Alessio Fabbri, laureato in Lingue e Letterature Straniere all'Università di Ferrara e insegnante di Lingua Inglese. Ha sviluppato nel tempo un profondo amore per la letteratura e, da questo, è scaturito il suo bisogno di scrivere, raccontare, portare alla luce idee ed immagini che vogliono una voce per parlare. Si occupa anche di ricerche genealogiche e di indagini storiche.



4 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao Patrizia, l'autore è molto promettente, fai un salto sul suo sito per farti un'idea...

      Elimina
  2. L'ho letto e mi è piaciuto molto, sia come è raccontata la storia, sia lo stile e il linguaggio, sia la caratterizzazione dei personaggi... Lo consiglio vivamente! Inoltre è una lettura velocissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, grazie di essere passata.
      Concordo su tutto, lo scrittore promette bene.

      Elimina