mercoledì 26 agosto 2015

La lista dei miei desideri-Lori Nelson Spielman














Titolo: La lista dei miei desideri
Autore: Lori Nelson Spielman
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 352
Genere: Romanzo straniero
Prezzo: 9.90
Ebook: 6.99



Si può avere tutto dalla vita? Si, Brett Bohlinger lo ha, un fidanzato perfetto, un lavoro nell'azienda di famiglia e una mamma che per lei è tutto. La vita perfetta condotta da Brett non durerà a lungo, sua mare Elizabeth muore abbandonandosi alla sua malattia. Il dolore di un figlia che perde il suo punto di riferimento si unirà allo sconcerto nel trovarsi senza eredità, per lei solo una lettera che la invita a rimescolare le carte della sua vita partendo dai desideri scritti su un foglio vent'anni prima. Una lista dei desideri da completare nell'arco di un anno, come farà Brett ad innamorarsi, avere un bambino e comprare anche un cavallo? Riluttante ma rassegnata inizia la sua corsa verso la vita che forse potrebbe renderla davvero felice.
Ogni tanto, magari in vacanza o in momenti di stress, si ha bisogno dei cosiddetti libri "più leggeri", quelli che si divorano per la loro scorrevolezza, per il racconto che ci porta a sognare ad occhi aperti, e perché sappiamo che in questi libri l'amore tarda, ma prima o poi arriva ed è travolgente. La lista dei miei desideri è un libro adatto a chi cerca questo tipo di sensazioni. Ho adorato l'empatia che Elizabeth ha instaurato con sua figlia, la voglia di vederla felice senza quel Rolex al polso invitandola a cingersi il braccio con il guinzaglio di un cane. Mi sono chiesta cosa accadesse alle nostre vite se facessimo un passo indietro e realizzassimo i desideri che veramente custodiamo in quel fantomatico "cassetto" che ormai sa di muffa, perché con gli anni abbiamo perso l'abitudine di aprirlo. Compreremo anche noi un cavallo, adotteremo un cane, recupereremo quell'amicizia che ci è sfuggita di mano? Sicuramente realizzare almeno uno di quei desideri ci farebbe sogghignare soddisfatti!!!

Un libro che a me è stato consigliato e che adesso consiglio a voi, sicura che vi terrà buona compagnia nei vostri "momenti di leggerezza".






2 commenti:

  1. Fa paura, l'idea di realizzare un sogno, ma fa terrore l'idea di vivere senza un sogno. Com'è questa cosa? Personalmente ho scoperto solo oggi che, proprio il mio sogno, ha fatto sì che ponessi le distanze giuste tra me e il resto del mondo. Questo mi ha concesso e continua a farlo, di vivere al sicuro. Mi spiego meglio: può succedere tutto, io ho sempre la scrittura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, ci spaventa aver sogni allo stesso modo che non averne, viviamo la vita ogni giorno con quella frivolezza in più che a volte scordiamo di aggiungerci!

      Elimina