giovedì 19 maggio 2016

Blogtour Eleinda 2- "Draghi e uomini" estratti dal capitolo cruciale




Buon giovedì lettori,
oggi sono davvero felice di ospitare una delle tappe del Blogtour di Eleinda 2, in questa tappa avrete l'opportunità di leggere due estratti tratti dal capitolo cruciale, "Draghi e uomini" ma prima lasciatemi ringraziare la scrittrice, Valentina Bellettini per avermi resa partecipe di questa iniziativa e gli altri blogger con cui condividerò questo viaggio! 

Grazie!!!


Associato al blog tour l'autrice ha organizzato un Giveaway in cui regala 1 copia autografata del libro.

Il Giveaway dura dal 18 fino al 25 maggio. Il giorno dopo il vincitore sarà contattato personalmente dall'autrice, che provvederà al conteggio dei punti. 
Le regole per partecipare sono:

Obbligatorio:
- Essere Follower di TUTTI i blog aderenti all'iniziativa
- Commentare ogni data del blog tour (lasciando l’email nel commento)
- Mettere il like alla pagina Eleinda su Facebook.

Facoltativo (serve per accumulare punti extra):
- Mettere il like sul Sito di Eleinda
- Seguire l’autrice su Twitter
- Mettere il like nella pagina Facebook di Universi Incantati (blog dell’autrice)
- Condividere l’evento su Twitter
- Iscriversi alla newsletter “Eleinda Books” (in questo modo si riceve subito in omaggio l’ebook del prequel della serie!)


a Rafflecopter giveaway

Il legame empatico fra Eleonora e il drago Indaco impedisce ai due di stare lontani. Al tempo stesso, nemmeno lo scienziato dottor Brandi è disposto a rinunciare a quella che ritiene una sua creazione. Lontano dal laboratorio della European Technology, studia la strategia che gli permetta di riprendersi Indaco: intervenire sul DNA del drago, stavolta causando una mutazione; renderlo debole, inoffensivo, mortale. Umano. L'amore impossibile tra Eleonora e Indaco si fa reale, ma a quale prezzo? E che ne sarà di Alessandro, l'amore umano che fatica a decollare? Fra drammi e turbamenti, Eleinda deve compiere una missione: il regno dei draghi è impaziente di risorgere. Hanno vissuto solitari per millenni, ma qualcosa li sta richiamando...Il viaggio fra le antiche leggende continua di pari passo con la scoperta dei sentimenti umani. Perché i sogni non vanno sottovalutati: possono essere pericolosi.



Estratti:

Con Indaco, invece, non ci sono dubbi: tra di noi c’è franchezza, nessun mistero. Io e lui staremo insieme per sempre, è una cosa alla quale non potrei oppormi neanche volendo! Il che mi riempie l’anima di gioia...»
«Ti s’illuminano gli occhi come se ne fossi innamorata.»
«Beh, è così.»
Gabriella la fissò: tutto ciò era al di là della sua comprensione. «Eleonora, non puoi innamorarti di un... animale. Lo vedi? Apri gli occhi: non è un essere umano! Come puoi pensare di legarti per sempre a un essere... non umano, escludendo ragazzi come quello che è qui accanto a te.»
«Che buffo: ora è proprio Ale l’unico in grado di capirmi, ma è così preso da Alizarina che non ha più tempo per me. Non c’è più spazio per me nel suo cuore...»
«Ma cosa dici? Nemmeno vi foste sposati con questi draghi...»
La ragazza sorrise tristemente: «Questo è addirittura oltre il matrimonio; non è neanche lontanamente paragonabile.»
«Non essere assurda...»
«Non mi aspetto che tu capisca, credimi.»
Gabriella fece una pausa per chiudere forte gli occhi, stringendo al contempo indice e pollice alla radice del naso.
«Allora parlami di ciò che posso capire», aggiunse. «Che cosa provi per quel ragazzo?»
«Sì, ecco... ammetto che mi piace...»
«Lo ami?»
«Non lo so!»
«Oh, Eleonora! E allora dimmi di lui: cosa prova per te?»
«Ma che ne so, io! Chiedilo a lui! Un tempo ero l’amica, poi la sorella...» si mise le mani fra i capelli: «non sono sicura che provi qualcos’altro per me, ma la cosa che più mi fa paura è che ora temo d’essere stata cancellata del tutto. Non mi sono mai sentita così trasparente... invisibile. Prima l’ho visto così preso da lei che se non c’ero era uguale; non aveva importanza!»




Dentro il capannone, un insetto microscopico strisciava sul pavimento di legno libero dalla paglia: sembrava un essere vivente, ma in realtà aveva anche delle parti fatte di metallo, plastica e plexiglas. L’intruso aveva una microcamera nascosta tra gli oc-chi, e la punta di un ago fuoriusciva appena dalla sua bocca; quel piccolo corpo era della grandezza sufficiente a contenere la siringa con il virus.
Dal suo laboratorio alla European Technology, il dottor Brandi manovrava l’insetto con un telecomando infrarossi e ne osservava i movimenti sugli schermi LCD in realHD: il drago dormiva profondamente, e la risoluzione video era tale da mostrarlo in tutto il suo reale splendore, capace di delineare ogni sua singola spira. L’insetto biomeccanico si sarebbe autodistrutto per disperdere le sue tracce al termine dell’iniezione della composizione mutagena; il dottor Brandi aveva creato il veleno con meticolosa attenzione, perché se avesse sbagliato una qualsiasi delle dosi, avrebbe causato la morte del soggetto. Da un monitor sospeso nel vuoto, posto lateralmente accanto allo schermo, osservava la complessa struttura del DNA di Indaco che stava per ridursi alla miseria umana, e quello fu l’ultimo nonché l’unico istante di distrazione, perché quando l’insetto raggiunse la zampa posteriore, lo scienziato cliccò il tasto “Play”.
Indaco fece uno scatto, e sollevandosi sulle zampe, perse l’equilibrio; era come se gli arti non riuscissero più a sostenerlo.
Lentamente, la struttura del suo DNA stava cambiando: intere coppie di filamenti si annullavano mentre altre si spostavano; la struttura a elica si rimpiccioliva e perdeva gran parte dei cromosomi.
Le ali si aprirono, si stirarono, poi si richiusero verso l’interno, dolorosamente; come divorate da loro stesse, rientrarono nella schiena, annullandosi. La coda rientrò nel corpo un po’ nello stesso modo, ma si riassorbì all'interno della spina dorsale, subito al di sotto dell’osso sacro. Durante gli spasmi, la lingua gli uscì fuori dalla bocca, ma poi si arrotolò verso la gola, come quei metri flessibili che, schiacciando un pulsante, si riavvolgono su se stessi fino a rientrare completamente nel contenitore a chiocciola. Indaco digrignava i denti mentre gli occhi erano in preda alle convulsioni.
Il drago soffriva terribilmente ed emetteva dei gemiti sottili, lontanissimi da quella che era la sua voce. Gli parve che la cosa durasse all’infinito, poi si sentì abbandonare le forze, e infine, cedette, cadendo al suolo svenuto.
Eleonora aprì la porta del capanno e la socchiuse dietro sé quel tanto che bastava per avere un filo di luce a illuminare la stanza.
Guardò, ma là dove si aspettava di trovare il drago non vide nient’altro che la montagna di paglia dove si sdraiava di solito. Improvvisamente, notò che qualcosa si muoveva nel mucchio; temendo che fossero tornati i topi, abbracciò il forcone che era appoggiato al muro, quindi si avvicinò con cautela, poiché la paura per quelle bestiacce non le era ancora passata.
Si fermò a pochi passi dalla paglia e, pronta a colpire, fermò il forcone a mezz’aria quando vide sbucare una chioma di capelli color lilla.
Vide la nuca, poi le spalle e le braccia.
“Oh mio Dio! Ma sono blu! Questo tizio ha la pelle blu!”, pensò, e subito indietreggiò mantenendo l’arma puntata contro l’estraneo, la presa colta da una tremarella incontrollabile.



Sono felice che siate stati in mia compagnia, 
se volete conoscere le altre tappe del tour e seguirlo fino in fondo vi lascio il calendario aggiornato degli eventi




18 MAGGIO

Divoratori di Libri – Post introduttivo + incipit 


19 MAGGIO
Mille e un Libro – Luoghi del romanzo
Sweety Reviews – Intervista all’autrice
Libropatia –  “Draghi e Uomini” Estratti dal capitolo cruciale


20 MAGGIO
Le Mele del Silenzio – Schede dei Personaggi
Fantasticando sui Libri – Playlist dei Personaggi
Viaggiatrice Pigra – Speciale sul drago Indaco


21 MAGGIO
22 MAGGIO
La Fenice Book – La Soundtrack del Libro
Every Book Has its Story – Speciale sulla dragonessa Alizarina


23 MAGGIO
The Book Lawyer – Intervista al dottor Brandi
Leggendo Romance – Intervista a Eleonora Giusti


24 MAGGIO
Emozioni di una Musa – Recensione
Tutta Colpa dei Libri – Dreamcast + Estratti
Universi Incantati – Booktrailer


Aspetto di conoscere il vostro parere, vi abbraccio!

3 commenti:

  1. continuo a seguire questo blogtour con questa storia insolita per me .nel senso che non ho mai letto nulla con i draghi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Isabella, grazie di essere passata da qui...continua a seguire l'evento, magari i draghi saranno i tuoi prossimi compagni di viaggio...

      Elimina
  2. Ottima scelta riguardo gli estratti da pubblicare! :D Il capannone uao: è proprio come lo avevo immaginato! E con quella luce al suo interno sembra proprio stia accadendo quanto descritto! :O

    RispondiElimina