mercoledì 18 maggio 2016

Il prezzo del domani- M. Valerio/ Le terre di Selnawar-Il viaggio- S. Caporale/ Le cronache di Remen: Fuoco- S. Celadon/ Com'è bella la nebbia quando cade- T. Piazza




Buongiorno, 
ripresa la solita routine eccomi con le segnalazioni degli scrittori emergenti, buona lettura!










Titolo: Il prezzo del domani
Autore: Mirko Valerio
Editore: Kimerik
Pagine: 522
Genere: Romanzo storico
Prezzo: € 16.00
Ebook: € 9.99
Acquistabile su Amazon
Per info: Kimerik Edizioni




La vita è fatta di scelte, nessuno può sottrarsi. I valori mutano, le amicizie restano. Immortali sono i ricordi e le persone ad essi legati. Un romanzo che vi conquisterà parola dopo parola.

Il prezzo del domani  è il romanzo d’esordio di Mirko Valerio, giovane insegnante di italiano e storia di Montecchio Maggiore (Vi), e vi stupirà. Il suo non è un semplice romanzo storico, ma una sorta di macchina del tempo che catapulta il lettore nel Veneto, in particolare nella provincia vicentina, degli anni ’30 - ’40, fatto di lavoro nei campi, tradizioni, ragazzini vivaci che giocano alle biglie lungo la strada e che si fanno scherzi con l’inchiostro in classe, che giocano a calcio nel campetto vicino alla chiesa e che si imbarazzano a parlare con la ragazzina di cui sono innamorati. Gli stessi che, qualche anno dopo, devono scegliere se partire per il fronte, andando incontro a morte quasi certa, o rifugiarsi sui monti. Se denunciare l’amico d’infanzia, reo di essere ebreo, o nasconderlo. In ogni caso la vita di ciascuno di loro cambia irrimediabilmente. «Scrivere questo romanzo - spiega Valerio - è stato un lavoro lungo e complesso ma comunque ricco di soddisfazione. La storia, si sa, è fatta da uomini e donne, ciascuno con una propria storia da raccontare, con dei propri sentimenti e dei propri sogni, obiettivi da raggiungere e umanità. È questo ciò che ho voluto trasmettere con il mio romanzo.»

Uno scrittore ormai a corto di idee si ritrova con l’auto in panne nel cuore della campagna veneta. Nell'attesa che il guasto venga riparato, incontra un vecchio che, senza un motivo apparente, lo rende partecipe di una vicenda passata, di un intreccio di storie personali che meritano di riaffiorare. Pietro, Matteo, Marco, Lorenzo, Nico e Giovanni sono un gruppo di coetanei nati sul finire degli anni ’20. L'8 settembre 1943 è uno spartiacque: Pietro, lasciando in paese Sofia, la sua ragazza, decide di partire per la montagna come partigiano, seguito da Matteo, forse non del tutto consapevole di ciò che l'aspetta. Marco, invece, prende la decisione opposta e si arruola nella Milizia Repubblicana. Nico preferisce rimanere in paese ed operare per il coordinamento delle varie brigate partigiane. Sui monti incontrano Stella, una ragazza che fa da staffetta e che manifesta da subito un interesse per Pietro. In paese, Enrico, figlio di un pezzo grosso del partito, avvicina Sofia, la ragazza di Pietro. Dopo le prime missioni notturne in pianura, Pietro viene a sapere che in paese girano voci su una relazione tra Sofia ed Enrico e, sconvolto, decide di verificare di persona. Nell'estate del 1944 viene assaltata una caserma militare italiana e Pietro e Matteo sono tra i primi ad entrarvi di nascosto. All'alba Nico viene imprigionato insieme ad altre trenta persone, in attesa di essere giustiziati per rappresaglia in seguito alla morte di alcuni soldati tedeschi. Durante l'inverno, Stella ha la possibilità di stare con Pietro, ma si accorge che, seppur ferito per il tradimento della sua ragazza, il cuore del ragazzo palpita ancora per Sofia. Così, a malincuore, decide di scendere in pianura a prendere la ragazza. Mentre i tedeschi si ritirano, Pietro e Matteo tornano al proprio paese ma Enrico, che sta cercando di scappare, blocca Sofia e la costringe a salire in macchina. E un inaspettato colpo di scena muterà per sempre il destino di Pietro, Sofia e Matteo.












Titolo: Le terre di Selnawar-Il viaggio
Autore: Simone Caporale
Editore: Kimerik
Pagine: 208
Genere: Fantasy
Prezzo: € 15.00
Ebook: € 3.99
Acquistabile su Amazon
Per info: Kimerik Edizioni



Opera prima di Simone Caporale, giovane e promettente scrittore emergente genovese.

Il libro è il primo di una trilogia fantasy che, per molti versi, ricalca i classici schemi del fantasy tolkieniano rielaborando, però, in modo del tutto originale e nuovo, il crepuscolo degli Dei e della cultura politeista, arcana e mistica che, nei secoli, è divenuta monoteista, scientifica e razionale, pur conservando quell'antico alone di mistero e ascetismo che la definisce.

«Fin da giovanissimo- afferma Caporale- ho sempre nutrito una grande passione per la lettura, in particolare per il genere fantasy, e per la scrittura che mi ha accompagnato in ogni fase personale e professionale della mia vita facendomi riempire pagine e pagine di storie, personaggi pensieri e parole.»
Conclude: «Avere tra le mani il mio libro, il primo in tutti i sensi, sia da un punto di vista editoriale, in quanto rappresenta l’inizio di una saga, che da un punto di vista personale, visto che è il primo che ho scritto, mi riempie di orgoglio. È il raggiungimento di un traguardo importantissimo che fino a questo momento avevo solo immaginato.»

La storia è ambientata in un mondo creato da sette divinità, sette fratelli e sorelle che si contendono il potere, popolato da uomini, elfi, nani e creature divine. Una di queste sorelle, oltraggiata dal comportamento del fratello che, nonostante il suo parere contrario, dona il libero arbitrio all’uomo, decide di dare vita ai Drusgand, una razza di esseri a lei fedeli per schiavizzare l’umanità e privarla del dono concesso loro dal fratello. Dì lì a poco, le terre di Selnawar vengono dilaniate dalla guerra. Elfi, umani e nani, subiscono ingenti perdite e solo l’intervento degli Zathali evita la sconfitta finale degli alleati contro i Drushgand.
Secoli dopo, un giovane e nobile sacerdote guerriero, un’elfa e un vecchio e inacidito guerriero, ex insegnante d’armi, decidono di partire per un viaggio alla scoperta di ciò che ancora non conoscono. Il male, però, ha rinfoltito le sue fila ed è pronto a tornare. I tre viaggiatori scoprono così la reale minaccia che incombe su Selnawar: i “non morti”, le maledizioni e il furto di un oggetto sacro sono solo la punta dell’iceberg. Unire le forze e ricreare la storica alleanza fra le popolazioni degli umani, degli elfi, dei nani e degli Zathali diventa la loro missione.












Titolo: Le cronache di Remen: Fuoco
Autore: Sofia Celadon
Editore: Narcissus
Pagine: 95
Genere: Fantasy
Prezzo: € 17.48
Ebook: € 3.49
Acquistabile su Amazon




L’attesissimo ritorno della saga vincitrice del Premio Nazionale Fantasy Way 2013

Un mondo da salvare e antichi poteri da svelare. Quattro regni, quattro draghi per quattro eletti. E tutto è ancora all’inizio.


La spensieratezza dei giorni felici bruscamente interrotta da un cruento tradimento. L’amore impossibile tra un giovane e ingenuo principe, custode di un’antica quanto incredibile forza che scorre nelle sue vene, incendiando il suo corpo e tutto ciò che desidera, e una bizzarra serva di corte. Il sacrificio, per il bene altrui, di ciò che più conta. Avventura e coraggio nel secondo capitolo della saga il cui primo libro ha incantato centinaia di lettori.

«Quando scrivo mi faccio rapire completamente dalla storia e dai personaggi - spiega Sofia Celadon - ho iniziato a scrivere questa vicenda per caso, grazie ad un sogno, e da lì è nato l’intero progetto. Ho lavorato molto a questo romanzo, sono cresciuta nel frattempo e i personaggi sono maturati con me.»

 Le cronache di Remen è il secondo dei cinque romanzi di cui è costituita l’intera saga fantasy della giovanissima, appena diciottenne, autrice. Ognuno è dedicato ad un elemento naturale e al conseguente potere di un drago. L’ultimo volume, il quinto, sigillerà l’unione dei precedenti. Il primo libro, Le cronache di Remen – Terra, si è classificato al primo posto al Premio Nazionale Fantasy Way 2013 indetto dall'associazione culturale Akkuaria di Catania.
In questo nuova avventura sembra che il mondo di Remen sia ancora ignaro della minaccia che pian piano sta incombendo su di esso. Il Dron si prepara al freddo rigido inverno, cercando di proteggere anche il cuore dei suoi abitanti. Nello Tse le foreste crescono sempre più rigogliose. Nel Dus il sole bacia gli animi delle persone. E lo Tsevo è continuamente alle prese con qualche avventura per mare. Il giovane principe Elamros e la sgangherata cameriera Fresia, presi dai cambiamenti che il Dron sta subendo, vivranno avventure pericolose e ricche di eventi inaspettati. Di chi è la colpa delle tragedie che stanno accadendo nel gelido paese dei ghiacci e le cui conseguenze si riflettono in tutta Remen?

I racconti di Sofia Celadon sono pubblicati sul portale LiberoVolo e sulla rivista on line LF Magazine, nella rubrica Voli di fantasia










Titolo: Com'è bella la nebbia quando cade
Autore: Tania Piazza
Editore: Kimerik
Pagine: 164
Genere: Romanzo
Prezzo: € 15.00
Ebook: € 3.99
Acquistabile su Amazon





Un mix tra finzione e realtà sospeso fra cielo e mare. Difficile da dimenticare. Impossibile smettere di leggerlo. Un romanzo destinato ad occupare i comodini di fianco ai letti di tutta Italia.

Com’è bella la nebbia quando cade, è il secondo romanzo della scrittrice vicentina Tania Piazza, autrice, nel 2013, del romanzo La cura delle parole (EdizioniSì). Scrive nella prefazione Riccardo Colao, scrittore e giornalista catanzarese che nel 2014 ha ricevuto il Premio Spoleto Festival Art per la letteratura:
“Tramite le parole, contrassegnate e intrise dall’amore per i sentimenti e le passioni, la scrittura parla, si trasforma in musica; genera le melodie con le quali è facile sublimare gli strumenti dell’orchestra mentale.”
E ancora: “Tania Piazza riesce a condividere i miti personali legati ai personaggi […]. Indaga nel profondo sui meccanismi dell’arte della scrittura intesa come strumento d’indagine personale, espone le tecniche e assegna a ciascun elemento compositivo la collocazione opportuna.”

Il romanzo ruota attorno alla storia, complicata e tormentata, di Miriam, Ludovico e Catherine, rispettivamente moglie e marito i primi due e l’incarnazione di un amore mai dimenticato il terzo personaggio. Il giorno del loro anniversario di matrimonio Ludovico riceve in regalo dalla moglie un pacco di lettere a lui indirizzate, risalenti a più di cinquant’anni prima, che Miriam non ha mai avuto il coraggio di spedire. Ludo è costretto a ricordare il periodo della sua vita nel quale ha conosciuto Catherine, docente universitaria inglese in visita nell’ateneo italiano in cui lui stesso tiene le lezioni. L’incontro tra i due diventa ben presto amore e Ludo la segue in Inghilterra. Miriam, innamorata di Ludo senza esserne ricambiata, comincia a frequentarlo proprio nel periodo precedente al suo viaggio, si illude di potergli vivere a fianco per sempre e decide di volare in Inghilterra e di incontrare Catherine, mettendo in atto un piano basato sulla menzogna per riportare a casa l’uomo che ama, a sua insaputa.
  

Quale fra questi libri attira la vostra curiosità?




Nessun commento:

Posta un commento