lunedì 23 maggio 2016

"La famiglia Karnowsky" di I.J. Singer- Appunti di un lettore sporadico




Buongiorno e buon lunedì lettori!

Quanto sono felice quando riesco a riproporvi questa rubrica! Ci tengo particolarmente, trovo interessante conoscere il parere di chi legge libri diversi dai miei. Siete abituati al pensiero del mio lettore sporadico, mio marito, ma oggi non sarà lui a raccontarci questo romanzo, ma Laura, mia cugina, (cerco di coinvolgere tutti..ihihi)
Buona lettura...

La famiglia Karnowski- I.J.Singer
Adelphi- 498 pag- € 10.00

Israel J. Singer è un maestro dimenticato, rimasto per troppo tempo nel cono d'ombra del più celebre fratello minore Isaac B., Premio Nobel per la letteratura. La pubblicazione di questo libro ha quindi il sapore di un evento, e di un risarcimento: finalmente, il lettore potrà immergersi nell'affresco familiare in cui si snoda, attraverso tre generazioni e tre paesi - Polonia, Germania e America -, la saga dei Karnowski. Che comincia con David, il capostipite, il quale all'alba del Novecento lascia lo shtetl polacco in cui è nato, ai suoi occhi emblema dell'oscurantismo, per dirigersi alla volta di Berlino, forte del suo tedesco impeccabile e ispirato dal principio secondo il quale bisogna "essere ebrei in casa e uomini in strada". Il figlio Georg, divenuto un apprezzato medico e sposato a una gentile, incarnerà il vertice del percorso di integrazione e ascesa sociale dei Karnowski - percorso che imboccherà però la fatale parabola discendente con il nipote: lacerato dal disprezzo di sé, Jegor, capovolgendo il razzismo nazista in cui è cresciuto, porterà alle estreme conseguenze, in una New York straniate e nemica, la contraddizione che innerva l'intera storia familiare.


Appunti:


Un romanzo per me è uno strumento per viaggiare attraverso diverse epoche e per vivere affascinanti esperienze. Ho particolarmente amato "La famiglia Karnowsky" di Israel Singer. E' un gran racconto! E non perché composto da quasi cinquecento pagine, ma perché è un capolavoro! Si parte dalla Polonia, poi si viaggia verso Berlino arrivando fino a New York! L'America! In questo romanzo si racconta la vita. La vita dell'uomo che è David, dell'uomo che diventerà Georg e quella della terza generazione, la vita di Jeorg. E' il racconto della storia di una famiglia, delle difficoltà politiche, culturali e religiose che essa deve affrontare.
David, il padre, Georg, il figlio e Jeorg, figlio di Georg e nipote di David.
Tre generazioni che nascono e vivono in tre differenti periodi storici, che hanno punti di vista verso la vita completamente differenti e questo li porterà a costruire rapporti passando dagli scontri agli incontri, a vivere di rancori e di rimorsi.

" Come sempre lui si mostrava superiore, lei gli sfuggiva dalle mani"

Le donne al loro fianco sono le mediatrici, i cuscinetti di saggezza e amore incondizionato e sacrificato. Nella vita di questi tre uomini intercorrono diversi personaggi dai caratteri geniali, beffardi e poco raccomandabili, che influenzeranno il percorso di ognuno di loro rendendo la lettura brillante.
Leggendolo, ho avuto la sensazione di finire il fiato pur di arrivare al culmine degli avvenimenti che si susseguono. Ho adorato gli anni di Georg ed Elsa, ma soprattutto il personaggio del Dott. Landau, lui ha conquistato tutto il mio affetto. 
"La famiglia Karnowsky" non è un romanzo fine a se stesso, ma un racconto che una volta letto, si presenterà nella mente del lettore, durante la quotidianità delle sue giornate.

Grazie Laura, 
credo che sia stata una descrizione abbastanza chiara e precisa, voi cosa ne pensate? 
Lo avete già letto?



13 commenti:

  1. Ciao, questo libro mi riprometto sempre di leggerlo e prima o poi lo farò. Grazie a te a Laura per avermelo ricordato.
    Buon lunedì
    Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo leggilo! Ed una volta finito ritorna qui a farci sapere!

      Elimina
    2. Leggilo leggilo! Ed una volta finito ritorna qui a farci sapere!

      Elimina
    3. Ciao Lea, anche in pagina mi hanno detto che sia un capolavoro...a chi aspettiamo?

      Elimina
  2. Ho questo libro in WL da tipo un secolo. Questi appunti così entusiasti sono una motivazione in più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, sarà forse arrivato il momento di acquistarlo?

      Elimina
  3. wow! brava, Laura! :D mi hai fatto venire una gran voglia di aggiungere questo libro nel carrello degli acquisti! un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto diventando un incubo con questa rubrica!!! Però vedi quanto è bello scoprire libri che non si conoscevano e ascoltare un parere diverso?

      Elimina
    2. Grazie Stefania. Allora, dopo che lo leggerai appuntamento con tutte su questa pagina per scambiarsi le impressioni.

      Elimina
  4. Che begli appunti!!! Mi hanno incuriosito un sacco, credo che cercherò questo libro in biblioteca! =)

    RispondiElimina
  5. Uh che fortuna che hai ad avere qualche familiare disposto a condividere le sue letture con te e con noi, stuzzicando la nostra curiosità innata verso nuovi orizzonti libreschi. Aggiunto in wish e in futuro cercherò di farlo mio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Cuore, per questa rubrica disturbo un pò tutti..ihihihi. Mi piace perchè mi parlano sempre di libri che non ho letto, è un modo per confrontarsi!

      Elimina