venerdì 8 maggio 2015

La Magiara-Alessio Fabbri



Titolo: La Magiara
Autore: Alessio Fabbri
Editore: Sillabe di Sale
Pagine: 170
Genere: Romanzo
Prezzo: 16.00
Ebook: non disponibile



Agnese Mallasz è una giovane e tormentata ragazza di Venezia. Dopo aver perso la madre, ella viene a conoscenza dell'esistenza di una famiglia aristocratica a cui è legata, rappresentata dal suo fratellastro Luigi Alfonso Salisbeni che, volente o nolente, la invita a ricongiungersi al suo vero luogo d'appartenenza. Ad attenderla, con aspettative del tutto differenti, vi sono anche la gelida sorellastra Giuliana e la timida nipote Sibilla, figlia di Luigi Alfonso. Costretta da esigenze finanziarie e dalle dolorose conseguenze della fine di un amore illusorio, Agnese adotta Ferrara come sua nuova dimora e destinazione della sua fuga, ritrovandosi però combattuta fra necessità di sopravvivenza e desiderio di rivolta. Scoprendosi sempre più femminista e ribelle, esplora l'emancipazione della donna attraverso mezzi inconsueti ed ingiustificati come la violenza o le armi: unica risposta al disequilibrio delle sue emozioni è l'involontaria e casuale adozione dell'identità della Magiara, lato della personalità della ragazza che tende sempre più a creare scompiglio nella cerchia dei Salisbeni e nell'aristocrazia ferrarese degli anni '20. Circondata dai segreti che rendono i suoi nuovi parenti vittime e carnefici di loro stessi, ella intraprende un percorso di dolorosa passione, giungendo sull'orlo dell'abisso, in un viaggio apparentemente senza ritorno.

Alessio Fabbri è laureato in Lingue e Letterature Straniere all'università di Ferrara, insegna lingua inglese ed ha sviluppato nel tempo un profondo amore per la letteratura. Da questa passione è scaturito il bisogno di scrivere, raccontare, portare alla luce idee ed immagini che vogliono una voce per parlare. Si occupa anche di ricerche genealogiche e di indagini storiche.

Potete visitare il Sito di Alessio, se vi va, lì troverete tre racconti brevi scaricabili gratuitamente:

Mattea si risveglia dall'ozio della sua quotidianità per inseguire nuovamente sogni ed incubi di cui è costellata la sua mente. Fra vicissitudini passate e tormenti presenti, ella ama, soffre e vive.

Biagio vive in un eremo disabitato. sono almeno vent'anni che non ha contatti con anima viva e che si nutre della sapienza di libri e cibi semplici. Fino a che non bussa alla sua porta un irrequieto forestiero.

Iris Mantovani è una ventenne che torna ad occuparsi degli anziani nonni, lasciando alle spalle un'esperienza che le ha portato denaro e conoscenza. Un giorno incontra un ragazzo al quale chiede di insegnarle a scrivere, illudendosi che in qualche modo potrà variare il suo destino.


Nessun commento:

Posta un commento