giovedì 7 maggio 2015

Pomodori verdi fritti-Fannie Flagg
























Titolo: Pomodori verdi fritti alla fermata di Whistle Stop
Autore: Fannie Flagg
Editore: Bur Biblioteca Univ. Rizzoli
Pagine: 363
Genere: Romanzo e letteratura
Prezzo: 10.00
Ebook: 4.99


Fisicamente ci troviamo nel salottino della casa di riposo Rose Terrace, Birmingham, Alabama, dove Ninny Threadgood ed Evelyn Chouch, donna insoddisfatta e depressa, iniziano la loro amicizia fatta di chiacchiere e leccornie da sgranocchiare. Si manifesta così, attraverso le parole di un'anziana ultra ottantenne, aggrappata ai suoi ricordi, una delle storie più genuine e divertenti che Evelyn avesse mai sentito. Mentre le due donne sono sedute una accanto all'altra, nelle loro menti si ricostruisce e prende forma un'isolata località dell'Alabama con i suoi treni e un piccolo caffè aperto da un'insolita coppia formata da Ruth, bellissima, dolce e riervata e Idgie, temeraria e intraprendente, spirito libero ma fedelmente innamorata di Ruth. Durante il racconto della signora Threadgood fanno capolino tutti i componenti della grande famiglia di cui faceva parte, circondata dagli abitanti di Whistle Stop, tutti informati dal bollettino settimanale della signora Dot Weems, che, anche se presa dalle innumerevoli sventure della sua dolce metà, non rinuncia a raccontare rigorosamente le novità che giungono al suo orecchio informatore.
Fannie Flagg non delude nemmeno questa volta, con il suo humor sempre garbato e attento alle vicende umane racconta e ricostruisce un mondo genuino e amichevole, dove ci si difende e si porge una mano all'altro, fosse quest'ultimo un uomo di colore o un vagabondo. Sfogliandone le pagine ho rivissuto i racconti spesso sentiti dagli anziani della mia famiglia, durante i quali non mancavano scherzi genuini in cui nessuno si offendeva, dove quel poco che si aveva si divideva senza pretendere nulla in cambio, tempi di cui noi "nuova generazione" non faremo mai parte e mai conosceremo, ma che io ho in parte vissuto attraverso gli sguardi nostalgici di mio nonno. Ed è queste emozioni che "Pomodori verdi fritti" mi ha lasciato, spensieratezza, solidarietà e nostalgia.


4 commenti:

  1. Una piccola perla questo romanzo,l'ho adorato dalla prima all'ultima pagina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è piaciuto molto, ma ho amato ancor di più "Torta al caramello in Paradiso"

      Elimina
  2. Io sono stata traumatizzata dal film, non so se anche il libro scenda nel dettaglio di perdite di arti, ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Descrive la perdita del braccio di Stump, ma non era poi così cruento, sicuramente le immagini sono più forti!

      Elimina