lunedì 26 ottobre 2015

Non volare via-Sara Rattaro



Il buon giorno si vede dal mattino? Beh, a volte anche dal pomeriggio, dopo avervi dato un assaggio di questo libro attraverso la pubblicazione di una delle tante citazioni sottolineate, eccovi il mio pensiero completo con un contributo di "un'ospite" davvero gentilissima"










Titolo: Non volare via
Autore: Sara Rattaro
Editore: Garzanti
Pagine: 222
Genere: Romanzo italiano
Prezzo: 9.90
Ebook: 6.99



Matteo è nato sordo, è un bambino sensibilissimo che ama stare sotto la pioggia, quel tocco leggero sulla sua pelle è un linguaggio universale, in quel momento, lui è uguale agli altri. Per primo ha capito che qualcuno della sua famiglia stava volando via da solo...Perché quella promessa di rimanere uniti, nonostante la difficoltà di crescere Matteo, si sta spezzando? 
Un nucleo familiare composto da quattro persone, le difficoltà di crescere un bambino audioleso, le paure che portano i genitori a non riuscire più a capire quale sia la decisione giusta da prendere per la salute di loro figlio. Una sorella maggiore, Alice, una "quasi adolescente" che viene descritta con una maturità che fa tenerezza, devota a Matteo e per il quale farebbe di tutto, lei che da subito ha sorretto i genitori spronandoli a lottare affinché il fratellino non fosse considerato diverso.

"Ho controllato per bene, Matteo ha tutto a posto, poi ride sempre e mi sembra meglio del fratello del mio compagno di banco che strilla in continuazione. Quindi propongo di tenerlo così com'è!"

Inizia così una collaborazione fra i membri della famiglia fatta di sillabe pronunciate ad alta voce, di appuntamenti dalla logopedista e dalla comunicazione attraverso il linguaggio dei segni, in modo che, una volta adulto,  Matteo abbia più strumenti possibili per farsi comprendere. Alberto e Sandra sanno che dovranno restare uniti, ma l'amore è un sentimento travolgente. Camilla torna prepotentemente nei pensieri e nella vita di Alberto, un amore rimpianto e lasciato andare con troppa facilità che si presenta come una seconda opportunità da cogliere. 

" Da bambini riusciamo a chiedere scusa e basta. Lo facciamo quando spingiamo qualcuno o gli rovesciamo addosso i colori, o dopo aver fatto i capricci. Lo ripetiamo come una formula magica che mette tutto a posto. Da grandi non è così facile, le parole non bastano, dobbiamo esserne convinti"

Avviene tutto così velocemente per Sandra, che si riscopre donna, che capisce di non doversi annullare completamente. Sembra quasi che la famiglia si stia sgretolando, che tutti stiano prendendo voli differenti ma è solo un allontanarsi per poi capire di aver piantato solide basi.

Ancora una volta Sara Rattaro ha colto un aspetto doloroso all'interno di un nucleo familiare, ci ha aiutato a capirne le dinamiche e le difficoltà portandoci a riflettere su come noi avremmo affrontato la stessa situazione, lo ha raccontato attraverso la voce dei protagonisti, il tutto con una prosa scorrevole e delicata, diventata ormai, insieme al suo indiscusso talento, una delle caratteristiche che la contraddistingue.





Sara ha accettato di rispondere a delle mie curiosità ,onestamente avrei voluto chiederle di tutto, anzi, spero che ci sia l'occasione un giorno di conoscerla di persona!!! 
Per adesso la ringrazio per la sua disponibilità e l'abbraccio virtualmente, convinta che questa piccola intervista vi coinvolga!!!





Sei la vincitrice del Premio Bancarella 2015 con il romanzo "Niente è come te", cosa ha significato per te vincere grazie ad un tema così attuale come quello della sottrazione internazionale di minori. Pensi che romanzi come il tuo possano smuovere le coscienze affinché qualcosa possa cambiare?

Sono felice di averlo vinto con questo libro. La speranza che il prestigio del Premio Bancarella avvicini chi può fare qualcosa di più concreto a questa tematica, mi rende molto orgogliosa. Niente è come te è una traccia lasciata da tutti i genitori che non hanno mai smesso di cercare i propri figli.

Ho letto i tuoi quattro libri restando sempre felicemente sorpresa dal mondo in cui costruisci empatia fra i personaggi e il lettore. Ci troviamo davanti storie difficili e intense. La tua caratteristica è parlarne con estrema delicatezza, che emozioni provi mentre le scrivi e come riesci a non dare giudizi morali?

L’emozione è la forza di tutto quello che scrivo. Se non mi emozionassi, fare altro. La cifra delicata mi appartiene anche nella vita di tutti i giorni. Per il resto, credo che agli scrittori spetti la narrazione, ai lettori il giudizio.

A Quale dei tuoi personaggi ti senti più legata?

Li ho amati tutti. Da Francesca a Viola, da Alberto a Francesco. Non esiste mai una scelta, sarebbe come scegliere tra i propri figli. Ognuno va bene così com'è ma soprattutto è arrivato nel momento più giusto.

Un'altra storia ha bussato alla tua porta, quando avremo il piacere di leggerla?

In primavera arriverà il mio prossimo libro. Una storia vera e molto forte che meritava di essere raccontata. Ho deciso di dare voce ad una donna che è stata vittima di violenza domestica, problema che purtroppo coinvolge sempre più donne e di cui non bisogna mai smettere di parlare.



A questo punto io aziono il conto alla rovescia, sperando che la primavera arrivi presto! E voi????




4 commenti:

  1. bellissima recensione e molto interessanti le domande che hai posto a Sara :) dalle sue risposte traspare la dolcezza e la grande umanità che ritroviamo nei sui libri! complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefy, forse questo è uno dei segreti per essere grandi scrittori!

      Elimina
  2. Complimenti Nunzia, bella recensione e intervista. Ho conosciuto Sara con Un uso qualunque di te e Niente è come te e concordo pienamente con la tua affermazione, Sara è delicata e profonda, struggente e coinvolgente. Leggerò sicuramente tutti, ma proprio tutti i suoi lavori. Adoro le storie vere, aspetterò insieme a te la primavera ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io l'ho conosciuta grazie a Viola e un Uso qualunque di te, poi non l'ho più mollata....Credo che Sara sia eccezionale!

      Elimina