venerdì 30 ottobre 2015

Ottobre 2015


Eccomi qui a presentarvi i miei due acquisti del mese di Ottobre, bottino scarso in numero ma ricco in contenuto!

Adua-Igiaba Scego-Giunti

Adua è oggi una donna matura e vive a Roma da quando ha diciotto anni. E una vecchia Lira, così i nuovi immigrati chiamano le donne giunte nel nostro paese durante la prima ondata di immigrazione negli anni settanta. Ha da poco sposato un giovane Titanic, un immigrato sbarcato a Lampedusa, e medita di tornare in Somalia dopo la fine della guerra civile. Ormai sola (la sua amica Lul è già rientrata in patria e il giovane marito è interessato più a Facebook che a lei), Adua si confida con la statua dell'elefante che sorregge l'obelisco in piazza Santa Maria sopra Minerva. Piano piano gli racconta la sua storia: suo padre Zoppe, ultimo discendente di una famiglia di indovini, lavorava come interprete durante il regime e negli anni trenta baratterà involontariamente la sua libertà con la libertà del suo popolo. Adua, fuggita dai rigori paterni e dalla dittatura comunista, approda a Roma inseguendo il miraggio del cinema. Purtroppo l'unico film da lei interpretato, un porno soft dal titolo "Femina somala", sarà fonte solo di umiliazione e vergogna. Solo adesso Adua sente di essere pronta a riprendere in mano la sua vita.

Visto più volte sul web, andando in libreria il mio sguardo si è incrociato subito con il suo. E via con l'acquisto! Vi lascio il link per leggerne l'incipit



Tre-Rosanna Mutinelli-VJ Edizioni

Illinois, 1878, Mary si scontra con un mondo dove la discriminazione sessuale regna padrona. Per una serie di circostanze diventa una prostituta in un bordello di St. Louis, rassegnata all'idea che questa è l'unica via che le rimane per sopravvivere. Dovrà ricredersi dopo aver incontrato Eugene, un pittore francese, che le darà una speranza di vita migliore. Veneto, 1945, Agnese dopo aver passato 16 anni nella campagna veronese, testimone degli eventi che hanno preceduto la seconda guerra mondiale e vissuto lo svolgimento della stessa dal punto di vista civile, incontra qualcuno strettamente legato al passato di Mary. Ritrovata una memoria che non sospettava di avere, cercherà di riprendersi ciò che era suo. Emilia Romagna, Bologna. Anna racconta come dal 1954 sia stata spettatrice in questo mondo alla ricerca spasmodica di un passato troppo vivo nei suoi sogni ma oltremodo assurdo per essere reale. Riuscirà faticosamente ad uscirne con l'aiuto di un insospettabile personaggio, che con lei rischierà la vita. Sarà pronta, forse, a spezzare un ciclo che sembrava impossibile interrompere.


Vincitore del concorso "Quel libro nel cassetto" ero curiosa di leggerlo e l'ho acquistato on-line, fra qualche giorno la mia recensione!



Due scrittrici donne, conoscevate già questi titoli???




Nessun commento:

Posta un commento