mercoledì 8 aprile 2015

Fai bei sogni-Massimo Gramellini

Cara Emma.....


Oggi è mercoledì, e come ogni mercoledì sono qui a proporvi un "incontro fugace". Faremo bei sogni rimanendo ad occhi aperti in compagnia di Massimo Gramellini.


"La felicità è fare l'amore ad ore strane oppure normali, purché con te. La felicità è crescere insieme, litigare a chi ha la testa più dura e poi, pieni di bernoccoli, salire un altro gradino del nostro amore. La felicità è un appuntamento al bar a cui io arrivo in ritardo. Un problema che ti assilla e lo risolviamo insieme. Un braccialetto che io ti regalo, una camicia che tu mi lavi. Scusami ancora per questa vagonata di pensieri idioti. Ti volevo soltanto dire che non mi manca una donna. Mi manchi tu. Che sei anche una donna, e che donna. Ma sei qualcosa di più: l'altra metà di me."


Chi scrive è quel bambino, che ormai adulto cerca di buttarsi dietro il dolore più grande: la perdita della mamma. Accade tutto nel periodo milanese, la lettera che riporta queste parole è indirizzata ad Emma, amore ormai finito che porta con sé l'inevitabile idea di fallimento e commiserazione.
"Fai bei sogni" è un libro uscito tre anni fa, lo comprai subito e dopo averlo letto mi ricordo di aver pensato che era da tempo che non leggevo una storia così scorrevole ma intensa, l'autore raccoglie le ferite della sua vita, lottando contro il senso di abbandono, conquistando il traguardo che corrisponde alla conquista dell'amore.

6 commenti:

  1. E' un libro che ho amato e alla fine mi ha commosso. Molti reputano Gramellini un non scrittore... Ma l'hanno letto?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il finale è triste e realistico allo stesso tempo, ci sono poi tanti scrittori rinomati che non emozionano, credo dipenda anche dal momento in cui un libro si legge...io questo l'ho letto anni fa e adesso sto leggendo "avrò cura di te" di Gramellini-Gamberale, credo che non ne rimarrò delusa!...Grazie e un abbraccio!!!

      Elimina
  2. lo sai che è nella mia libreria da quando è uscito? non mi sono ancora decisa a leggerlo...i misteri della mia mente contorta xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noooooo, non so perché ero convinta che lo avessi letto...
      Ps: Devi leggere anche "Una casa di petali rossi"

      Elimina
    2. bellissimo...letto tutto d'un fiato!!!

      Elimina
    3. Che emozione vedervi commentare il blog!!!! Credo che sia uno di quei libri che rimane dentro, complice il fatto di essere una storia vera..vi abbraccio!

      Elimina